SISTEMI TOTALITARI E IMPIANTO DEMOCRATICO: TRE MODELLI SOCIALI

Il disegno di un modello democratico deve per forza vedere il coinvolgimento dei cittadini nel funzionamento dei meccanismi atti a rappresentare il Potere medesimo, se non altro per una rappresentazione di facciata. Il Potere, quello che poi muove enormi bilanci in termini di prodotti e masse, viene poi assegnato, comunque vadano le cose, a chi da queste ne trarrà il … Continua a leggere

LA FINE DELLO STATO

Per come lo intendiamo noi, il concetto di Stato mediato dall’egemonia culturale instauratasi nel ‘900 è morto. Residua, quale ultimo spauracchio in questo crepuscolo di fine stagione, ed è costituito in se medesimo dalla metafora stessa della sua morte: un governo composto da banchieri ed azionisti che si fanno più Stato dello Stato voluto dalla Politica. Ovviamente anche la Politica … Continua a leggere

…QUE LINDA ES CUBA !

Yoani Sanchez è liberissima di insultare tutti i giorni Fidel e Cuba con le solite menzogne. E tra l’altro lo fa a spese della rivoluzione che le permette di collegarsi gratis a internet. Nessuno l’ha mai arrestata per questo, nessuno le ha mai torto un capello. La solita propaganda anticomunista di sempre. Yoani Sanchez è stata pagata per raccontare queste … Continua a leggere

STATO E ORGANIZZAZIONI CRIMINALI

Del resto questa parcellizzazione dello Stato non è cosa nuova. Nel Medioevo e oltre fu la regola: gruppi di famiglie controllavano il territorio scontrandosi fra loro per controllare i commerci. Chi poteva, esattamente come oggi si procurava de bravacci per la sua propria difesa. Lo Stato moderno monolitico, ideale, strutturato, fu un’acquisizione recente derivato dalla Rivoluzione Francese e contraddistinto per … Continua a leggere

STATO E ORGANIZZAZIONI CRIMINALI

Si può affermare senza tema che la nascita dello Stato modernamente inteso avviene ad opera di un gruppo di malavitosi che si organizza per sfruttare il territorio e le genti che in esso vivono. Ovviamente è meglio sostenere il mito della nascita dello Stato come  di un patto od accordo fra cittadini per convenienza reciproca. Questa mitizzazione può andare bene … Continua a leggere

STATO ED ORGANIZZAZIONI CRIMINALI

La polverizzazione dello Stato non è un evento attuale, è sempre esistito. Quello che è venuto a mancare è il mito dello Stato, poiché non è più necessario. I sistemi di potere economici e finanziari possono oggi ovviare allo stato con la parcellizzazione del territorio in aree di influenza, legate come sempre a questioni di migliore interesse. La esternalizzazione delle … Continua a leggere

STATO ED ORGANIZZAZIONI CRIMINALI

Ma tutto ciò non accadde. Quel modo a poco a poco scomparve e adesso maciniamo i resti indecifrati di un altro mondo che stentiamo a riconoscere ma che del primo ne è il prodotto. Questa discendenza dovrebbe già di per se essere la testimonianza ineccepibile della parentela morale fra le due epoche. Non è possibile che l’uno non abbia nulla … Continua a leggere

STATO ED ORGANIZZAZIONI CRIMINALI

Quanto alla plebe riottosa, l’educazione precedente alla parrocchia e alla caserma ne faceva dei perfetti soldatini, buoni solo a rimanere intruppati nel proprio esercito ed obbedire, ognuno al proprio campanile. Ogni malumore causato dalla disoccupazione, dai salari bassi, dalle condizioni di lavoro e di sfruttamento non diverse da quelle del ventennio precedente sarebbe stato incanalato nei sicuri alvei del “confronto … Continua a leggere

STATO E ORGANIZZAZIONI CRIMINALI

Epoca di grandi ideali; si diceva: “Quell’uomo ha l’ideale” per riferirsi a persona con idee politiche socialiste o comuniste; e la gente credeva davvero che quell’uomo avesse una natura diversa, a volte era anche vero, ma si trattava di persone dalla vita realmente dannata e mai di figure di successo nella società, una vitaa presa a calci fino dalla giovinezza, … Continua a leggere

STATO E ORGANIZZAZIONI CRIMINALI

Finita l’epoca dei grandi ideali ovvero delle bucce, ci rimangono le polpe a dare “bella” mostra di se, in altre parole quel soffuso mondo degli affari che da sempre fa funzionare la macchina della Politica e dello Stato. Da sempre è così, certamente dai tempi di Giulio Cesare (esempio ecclatante) assurto alle cronache come grand’uomo, condottiero e politico, in realtà … Continua a leggere