SPRECHI IN SANITA’…

influenza-suina1.jpgRoma, 13 apr. (Adnkronos Salute) – “Da un calcolo di massima, si può stimare che circa il 5-10% del Fondo sanitario nazionale finisca in sprechi”. Lo ha evidenziato il ministro della Salute Ferruccio Fazio, intervenendo questa mattina al convegno ‘Legalità ed efficienza: le risorse della buona salute’, organizzato a Roma da Farmindustria. “Quello degli sprechi in sanità – ha aggiunto Fazio – è uno dei problemi che questo Governo ha affrontato per primo. Tanto è vero che oggi abbiamo una serie di indicatori di efficienza e di appropriatezza del sistema che abbiamo fornito alle Regioni e alla presidenza della Commissione parlamentare d’inchiesta sull’efficacia del Servizio sanitario nazionale, e che consentono di fare finalmente un’analisi concreta su questo aspetto”,
//
“Bisogna continuare a lavorare per ridurre questi sprechi – ha continuato – cosa che stiamo facendo soprattutto con le Regioni oggetto di piano di rientro. Rimodulando, riorganizzando e ristrutturando i percorsi sanitari delle Regioni, nel breve periodo, si potrà riportare la situazione a un livello sostenibile”.
//
“C’è inoltre bisogno di un’ottimizzazione dell’utilizzo del personale”.

…che in soldoni vorrà dire assunzioni congelate per i prossimi 5 anni, organici sotto quotati..chi resta deve fare straordinari o lavorare per 4 e andare in pensione a 70 anni.

….ma sempre a proposito di sprechi:

Roma, 7 apr. (Adnkronos Salute) – Vaccini anti-H1N1 pronti a rientrare alla base. La prossima settimana circa 8 milioni di dosi di siero contro l’influenza A verranno ritirate dai frigoriferi delle Asl e degli ospedali italiani per essere ‘parcheggiate’ nei container-frigo della Croce rossa italiana (Cri) a Roma.

…ovvero

I soldi da sprecare per regalarli a Farmindustria (quelli che fabbricavano l’inutile vaccino e che ti hanno organizzato questo bel convegno) li trovano, tanto risparmiano sulla pelle dei lavoratori.

SPRECHI IN SANITA’…ultima modifica: 2010-04-16T10:03:00+00:00da pedrop11
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento